Sciopero dei lavoratori Amazon

671

L’azienda del sito Amazon di Torrazza in Piemonte indice uno sciopero.
I motivi riguarderebbero una “non trasparenza” circa i contagi da
covid19.

Oggi 17 aprile è in corso lo sciopero di tutto il personale dello stabilimento Amazon
di Torrazza Piemonte, indetto dalla Filt e Nidil “alla luce delle mancate risposte
dell’azienda in merito alla situazione degli ultimi contagi da Covid 19”, in quanto
non sono state fornite informazioni sui casi di positività nello stabilimento torinese.

L’azienda però risponde dicendo che è “loro consuetudine informare in maniera
trasparente e proattiva tutti i dipendenti nel momento in cui vengono a conoscenza di
un caso di positività all’interno dei loro siti. Con la stessa trasparenza e tempestività
informano il Comitato per la Sicurezza, in accordo con il protocollo del 14 marzo.”

La risposta di Amazon

L’azienda spiega che “a tutela della privacy del lavoratore e in considerazione del
fatto che i lavoratori ruotano tra reparti e turnazioni, fornire questi ulteriori particolari sarebbe inutile nonché fuorviante. Alle Rsa è stata data conferma di aver condiviso le informazioni necessarie con le autorità sanitarie locali e che tutti i casi di positività di
personale interno e di fornitori terzi sono gestiti in conformità alle loro direttive,
anche per l’identificazione di eventuale personale venuto a contatto con personale
contagiato.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here