Affitto: le imprese avranno un rimborso di 3 mesi. Ecco i dettagli

Il nuovo decreto da una boccata di ossigeno alle imprese che devono pagare l'affitto mensile del locale.

3007
affitto

In arrivo un nuovo decreto verso la metà di questa settimana per l’economia e il lavoro. Lo ha confermato il ministro Gualtieri, che ha precisato che ci saranno 600 milioni destinati al rimborso delle bollette, mentre 1,7 miliardi saranno per l’affitto dell’immobile, per gli imprenditori che non lo hanno di proprietà.

In commissione Finanze alla Camera dei Deputati, il ministro dell’economia ha spiegato: “L’idea è quella di varare un ristoro integrale del costo sopportato per tre mesi per l’affitto di tutte le imprese, di qualsiasi natura e dimensioni, che abbiano subito un calo del fatturato”. 

Non è finita qui: è in programma anche un’equiparazione delle utenze commerciali (sopra i 3Kw) a quelle domestiche. Di conseguenza, per i mesi di aprile, maggio e giugno i costi saranno gli stessi, “scontando” in un certo senso le utente delle imprese commerciali.

Non solo affitto: spazi pubblici gratis

Per bar, alberghi e ristoranti, inoltre, ci sarà la cancellazione della Tosap, ovvero la tassa sull’occupazione del suolo pubblico. Chi vorrà, potrà ampliare quindi il proprio locale all’aperto, garantendo così il distanziamento tra i tavoli.

Aumentate le risorse

Ancora da sciogliere alcuni nodi, ma si va verso un aumento del fondo della cassa integrazione da 13 a 14 miliardi, oltre all’approvazione del reddito di emergenza una tantum. Poi, 2 o 3 miliardi di euro per gli ospedali Covid 19, come detto dal ministro della Sanità Roberto Speranza.

Si studiano anche delle modalità per aiutare le imprese, pensando a un fondo della Casa depositi per le imprese più grandi, mentre si è alla ricerca di altri fondi per l’aiuto attività medio piccole.

Questi ultimi aggiornamenti non sono ancora stati approvati ed è motivo di scontro all’interno della maggioranza. Se i grillini spingono sul reddito d’emergenza, i renziano hanno mostrato il loro dissenso sui prestiti a fondo perduto. Su questi punti saranno concentrati i prossimi vertici tra governo e capigruppo, per trovare una quadra che soddisfi tutti.

In particolare, gli italiani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here